Vai al contenuto
Dealer WSOP

WSOP 2021: i dealer potranno non vaccinarsi, nessun obbligo! Il regolamento interpretato dalla direzione

Mancano 29 giorni e 5 ore all’inizio delle World Series of Poker. Nell’ultimo aggiornamento che vi abbiamo dato sul regolamento delle WSOP 2021, Caesars ha scelto la strada più dura e meno tollerante: i giocatori dovranno vaccinarsi tutti.

Emerge oggi un altro particolare che, da un certo punto di vista, è in contraddizione – almeno così ad una prima analisi – con quanto detto prima: per i dealer non ci sarà obbligo di vaccino.

Pokernews ha chiesto all’organizzazione delle WSOP alcuni chiarimenti sulle regole dell’edizione 2021 delle World Series.

WSOP 2021: i dealer ed il personale in sala avrà l’obbligo di vaccinarsi?

Ecco la risposta di Caesars Entertainment:

“Come con tutti i membri del team Caesars Entertainment, i membri dello staff WSOP sono fortemente incoraggiati a vaccinarsi per il COVID-19. Caesars si impegna a rendere la vaccinazione facile e accessibile a tutti i membri del team. Inoltre, l’azienda sta fornendo incentivi significativi ai membri del team nel caso scelgano di vaccinarsi”.

Non c’è quindi alcun obbligo vaccinale ed è una conseguenza abbastanza logica. Caesars come azienda, rispettando le leggi vigenti in Nevada in questo momento, non può costringere i propri dipendenti a vaccinarsi.

La multinazionale però ha messo a disposizione forti incentivi per tutto lo staff.

E’ logico che i paradossi siano una conseguenza naturale quando si organizza una manifestazione tanto complessa, coinvolgendo così tante persone e giocatori.

Dall’altra parte, forse si è esagerato nel programmare un calendario molto impegnativo dal punto di vista organizzativo (chi l’ha redatto non ha tenuto conto che nel mondo in questo momento esiste purtroppo una pandemia molto aggressiva) e dall’altra si è pubblicato un regolamento un pò ambiguo, per la tanto discussa regola 115.

Se ci pensate bene, per via della regola 115, lo staff può prendere qualsiasi decisione arbitraria ma può anche non vaccinarsi.

Come noto, l’organizzazione, dopo le polemiche furiose che sono montate su Twitter, ha chiarito che verso i giocatori vaccinati ci sarebbe stata maggiore tolleranza nell’applicare questa norma.

Successivamente, la scorsa settimana, WSOP ha sancito – in via definitiva – l’obbligo di vaccinazione per tutti. Oggi si scopre che tale regola non vale per i dealer.

Scopri tutti i bonus di benvenuto

L’interpretazione della regola 115 da parte di Ty Steward

Il direttore esecutivo Ty Steward, intervenuto ai microfoni di Pokernews, ha però smorzato le polemiche, gettando acqua sul fuoco:

Uno dei motivi principali per il quale abbiamo introdotto l’obbligo di vaccinazione è evitare che la regola 115 venga mai invocata alle WSOP 2021.

Tuttavia, tutti i licenziatari di gioco nello stato del Nevada sono tenuti a seguire le linee guida del CDC. Se dovesse verificarsi una sfortunata positività per un giocatore completamente vaccinato, e lo staff delle WSOP dovesse riceve informazioni che il giocatore – al seguito del test – è risultato positivo al COVID-19, sarebbe necessario intraprendere azioni appropriate dato che i casi positivi devono essere messi in quarantena individualmente, secondo le linee guida CDC.

La nostra decisione (oltre a garantire un ambiente più sicuro e confortevole per i giocatori) è che non ci sarà alcuna squalifica a seguito del tracciamento dei contatti, poiché nessun giocatore completamente vaccinato sarà tenuto alla quarantena a causa della stretta esposizione a un caso positivo”.

Quindi se un giocatore completamente vaccinato viene a contatto con un positivo, non deve essere squalificato, a meno che non risulti anch’esso positivo. Questa l’interpretazione del regolamento da parte del direttore esecutivo delle WSOP.

Le World Series non sono l’unico grande organizzazione in Nevada che ha introdotto l’obbligo vaccinale.

I Las Vegas Raiders della NFL (football americano) hanno annunciato che i supporter sono tenuti ad essere vaccinati per assistere alle partite all’Allegiant Stadium, struttura appena fuori dalla Strip. Stessa decisione è stata intrapresa per il popolare festival Electric Daisy Carnival in programma ad ottobre.

COMPARAZIONE GIOCHI
Editor in Chief Assopoker. Giornalista e consulente nel settore dei giochi da più di due decenni, dal 2010 lavora per Assopoker, la sua seconda famiglia. Ama il texas hold'em e il trading sportivo. Ha "sprecato" gli ultimi 20 anni della sua vita nello studio dei sistemi regolatori e fiscali delle scommesse e del gioco online/live in tutto il Mondo.