Vai al contenuto
Josh Arieh alle WSOP 2022 (courtesy PokerNews & Seth Haussler)

WSOP 2022: altri 8 azzurri con Gala al Monster, Arieh ancora super

La giornata numero 13 delle WSOP 2022 porta il consueto mix di verdetti e attesa. Per alcuni eventi che si sono conclusi, altri sono iniziati, con la maggior parte dei big che si concentra nei due eventi più costosi, il 10k Stud Championship e il 25k PLO, dove Friedman e Arieh cercano conferme, ma anche Ivey non parte battuto. Gli azzurri si fanno notare nel day 1B del Monster Stack.

WSOP 2022 Event #21 Monster Stack: Gala e altri 8 italiani raggiungono Musta e Siena al day 2

Il totale degli italiani che ripartiranno questa sera al day 2 dell’event #21, 1.500$ Monster Stack No Limit Hold’em, diventa ufficialmente di 11. A Mustapha Kanit e Alessandro Siena, qualificati nel day 1A, si aggiungono altri 8 nostri connazionali. Eccoli, con relativa posizione parziale:

142 Domenico Gala 260,000
204 Antonio Lombardi 223,000
531 Pierluigi Scattarelli 140,000
721 Augusto Cavazzini 111,000
733 Giovanni Petroni 109,000
738 Raffaele Sorrentino 107,500
800 Piero Alioto 97,000
929 Mauro Castiello 72,500

Il day 2 ripartirà pertanto da 2150 giocatori, sopravvissuti ai due flight di partenza. Mentre scriviamo non è stato ancora diffuso il payout ufficiale.

Event #19: Arieh punta il quinto braccialetto nel PLO HR

Rimangono appena in 5, a giocarsi il prestigioso braccialetto del Pot Limit Omaha High Roller da 25.000$, schedulato come event numero 19. Josh Arieh, Player Of The Year delle WSOP 2021, ha iniziato anche questa edizione col piede giusto e cerca il quinto braccialetto in carriera, oltre a un assegno da 1,4 milioni che accompagnerà il prezioso gioiello. Ecco i suoi 4 rivali di questa sera:

SeatPlayerCountryChip CountBig Blinds
1Fabian BrandesAustria13,175,00066
2Scott BallUnited States5,300,00027
3Tong LiChina6,350,00032
4Josh AriehUnited States8,900,00045
5Sam SteinUnited States5,875,00029

L’austriaco Brandes è il chipleader, gli altri statunitensi Ball e Stein degli ostacoli piuttosto duri, il cinese Li l’incognita.

Seven Card Stud Championship: Friedman detta legge, Ivey la suggestione

Tempo di final day anche per il championship di Seven Card Stud, programmato come evento numero 22 delle WSOP 2022. Rimangono 8 giocatori a comporre un tavolo finale da brivido:

Adam Friedman 2,385,000
Jean Gaspard 1,231,000
Yuval Bronshtein 837,000
Ben Diebold 375,000
Marco Johnson 236,000
James Paluszek 235,000
Yueqi Zhu 231,000
Phil Ivey 174,000

In totale sono ben 21 i braccialetti vinti dagli 8 giocatori rimasti in corsa, numero a cui ovviamente contribuisce in maniera massiva Phil Ivey (10). Il campione californiano cerca di interrompere un digiuno che ormai dura dal 2014, quando vinse il decimo braccialetto in un evento 8-game mix.

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

Merita tutto il rispetto del mondo anche il netto chipleader Adam Friedman, che cerca il quinto braccialetto in carriera dopo la delusione del mancato “4-peat” nel Dealer’s Choice. Diebold punta ad essere il primo giocatore a fare doppietta di braccialetti alle WSOP 2022, mentre Paluszek è l’unico “maiden”, ovvero l’unico a non poter vantare ancora nessun braccialetto vinto. Sarà la sua prima volta?

WSOP 2022 Event #23: partito anche il Limit 6-max

213 iscritti all’ultimo torneo partito in ordine di tempo, alle World Series Of Poker 2022. Si tratta di un 3.000$ Limit Hold’em disputato su tavolo da 6 giocatori. In 93 hanno superato il primo taglio, e tra questi figurano diversi nomi interessanti compreso Ryan Hansen, campione in carica e a caccia di un difficilissimo back-to-back.

Questa la top 10:

1 Daniel Vampan Santa Cruz, CA, US 217,500
2 Phuong Nguyen Gresham, OR, US 210,000
3 Ruiko Mamiya Tokyo, , JP 207,000
4 Bin Duan Cupertino, CA, US 193,000
5 Joao Vieira PT 176,000
6 Motoyoshi Okamura JP 161,000
7 Lyly Vo Seattle, WA, US 160,000
8 Jameson Painter LAS VEGAS, NV, US 160,000
9 Timothy Ebenhoeh Chesaning, MI, US 151,000
10 William Smith Burke, VA, US 151,000

Immagine di copertina: Josh Arieh (courtesy PokerNews & Seth Haussler)

COMPARAZIONE GIOCHI
"Assopoker l'ho visto nascere, anzi in qualche modo ne sono stato l'ostetrico. Dopo tanti anni sono ancora qui, a scrivere di giochi di carte e di qualsiasi cosa abbia a che fare con una palla rotolante".