Vai al contenuto

MDUczuczukwe, il volto nuovo ai tavoli di Pot Limit Omaha

[imagebanner gruppo=pokerstars] Lo abbiamo detto e ripetuto, scalare i livelli nel poker online fino ad arrivare agli high stakes oggi è molto più difficile che in passato: malgrado rimanga assolutamente vero c’è chi ci riesce, per merito e fortuna, come è il caso di “MDUczuczukwe” nel Pot Limit Omaha.

Giocatore ucraino di neppure 24 anni, “MDUczuczukwe” fino ad un paio di anni fa giocava il PL25, salvo poi riuscire ad arrivare con le sue sole forze fino al PL200, alla fine del 2013. Qui una brutta badrun – lui ha parlato di qualcosa come 100 buy-in sotto EV – lo ricacciò fino al PL50, ma poi grazie ad un accordo di staking e ad un bel po’ di goodrun le cose sono radicalmente cambiate.

“Nel giro di un paio di mesi riuscii ad affacciarmi al PL500, e sul finire dell’anno scorso ho cominciato a fare i primi shot al PL2000, avendo un grosso upswing nelle prime settimane. A quel punto ho cominciato ad attaccare il PL5000, dandomi 10 buy-in di stop loss, in modo che se anche fosse andata male sarei stato in grado di giocare comunque confortevolmente il PL2000″. Ma, inutile dirlo, quello stop loss non gli è servito.

mduckecke-plo

Trattandosi di un ragazzo giovane ed appena affacciatosi a certi livelli, apparentemente il rischio di farsi male sembra elevato, eppure a sentirlo parlare – intervistato da Joe Ingram in uno dei suoi podcast – appare una persona con i piedi per terra, per nulla esaltata dall’improvviso impennarsi di una carriera che fino a qualche anno fa non avrebbe neppure immaginato.

Studiavo per diventare un medico, ma senza troppa convinzione – ha ammesso – adesso sto per sposarmi, fra poco avrò un figlio, e non sarebbe molto realistico pensare di giocare, essere un padre e continuare con l’università, probabilmente non avrei neppure le motivazioni adeguate”.

Scopri tutti i bonus di benvenuto

E malgrado sia uno degli ultimi arrivati, ha le idee chiare per quanto riguarda il field: “Berri Sweet è uno dei più forti, assieme a WRRUUUMMM, mentre ci sono altri giocatori che pur avendo un buon potenziale finiscono con l’essere troppo spewy e quindi bruciano soldi. In generale, la mia impressione è che ci sia un gruppetto di 7 od 8 giocatori molto più forte degli altri“.

Naturalmente in quel gruppetto c’è anch Jens Kyllonen, che malgrado abbia cominciato a fare video di strategia non essendo uno stupido rimane comunque al top: “In generale, se giochi PL1000 o superiori è una brutta idea, perché finisci con l’essere exploitato – premette – ma se guardi i video di Jens e poi guardi le sue statistiche non sai bene a cosa credere. Semplicemente, usa mani nelle quali gioca in maniera piuttosto diversa da ora”.

jens-kyllonen-large

Interessante anche il giudizio che ha su Ola “Odd_Oddsen” Amundsgaard, di cui sfoggia una fotografia nell’avatar perché non può che portare fortuna: “Sapendo quanto fosse vincente nel Pot Limit Omaha, quando ho cominciato a giocarci sono rimasto sorpreso perché faceva davvero delle brutte cose – ha detto – ma adesso l’ho visto decisamente migliorato. Chissà, magari stava provando delle nuove linee, o forse quando vinci troppo denaro cominci a diventare insensibile ai soldi”. Un vizio che lui, chiaramente, spera di non prendere, neppure per brevi periodi.

MIGLIORA IL TUO POKER CON I NOSTRI CONSIGLI