Vai al contenuto

Scommesse Sassuolo-Milan: quali sono le quote più vantaggiose del match scudetto

Il Mapei Stadium teatro del trionfo rossonero o di una storica beffa? La matematica dice che il primo scenario è quello nettamente più probabile, perché al Milan basta un punto per laurearsi campione d’Italia dopo 11 anni esatti. Tuttavia Sassuolo-Milan è un match che non evoca ricordi scintillanti per i tifosi del Diavolo, che dunque vivono una vigilia dall’aria frizzante, mista di eccitazione e paura. Andiamo allora a indagare in profondità sulle scommesse di Sassuolo-Milan, a caccia dei mercati con le quote più interessanti da giocare.

Sassuolo-Milan, match scudetto con le bollicine

In un campionato come la Serie A che è generalmente squilibrato fra le più forti e le altre, è raro assistere a finali di stagione come quello attuale. Ma, proprio per questo, quando accade è uno spettacolo tutto da godere. Domenica pomeriggio alle 18 Milan e Inter si giocano lo scudetto, rispettivamente in trasferta al Mapei Stadium di Reggio Emilia contro il Sassuolo, e in casa con la Sampdoria. Come detto ai rossoneri basta un punto, poiché in caso di arrivo in parità con l’Inter rimarrebbe avanti per via degli scontri diretti. Il Milan è pertanto pienamente padrone del suo destino, come si dice, ma l’avversario è il Sassuolo.

La squadra di Dionisi è tra le rivelazioni del campionato, ma in generale i neroveri emiliani evocano ricordi non proprio bellissimi. Nel primo dei 17 precedenti fra le due squadre in Serie A, il Sassuolo vinse 4-3 con poker di Mimmo Berardi, cui seguì l’esonero di Max Allegri dalla panchina rossonera. Si trattò dunque di un KO che in qualche modo fece storia, poiché Allegri l’estate seguente si trasferì alla Juve ereditando un super squadrone da Conte e consolidando un’egemonia destinata a durare, in Italia, ancora per 5 anni.

Come arrivano le due squadre

Il Sassuolo ormai da tempo non ha obiettivi precisi, avendo raggiunto con enorme anticipo la salvezza e non potendo più ambire a piazzamenti europei. Ad ogni modo, se c’è una squadra perfetta per vestire i panni della guastafeste quella è la formazione allenata da Dionisi. Contro il Milan dovrebbero esserci tutti, con il trio delle meraviglie Berardi-Raspadori-Traorè dietro al totem Scamacca. Proprio Berardi è ancora di fronte al Milan, punito ormai 8 anni fa con quel celeberrimo poker di reti, ma non solo allora: i rossoneri sono la “vittima” prediletta dell’attaccante azzurro, che li ha perforati per ben 10 volte in 16 precedenti.

Il Milan arriva all’appuntamento con tanta pressione addosso, ma anche 5 vittorie consecutive e il prevedibile entusiasmo alle stelle per il titolo a portata di mano. Pioli potrebbe preferire Messias a Saelemaekers sulla trequarti destra, e visto l’avversario un Milan a trazione ancora più anteriore non stupirebbe. Per il resto Kessié è pronto a coronare con lo scudetto la sua ultima presenza in rossonero ed è probabile un suo avanzamento sulla trequarti a spese di Diaz, dall’inizio o nel corso della partita. Ma di lui parleremo anche più avanti, nella nostra analisi di Sassuolo-Milan.

Sassuolo-Milan è un match da combo?

Andando a guardare la non lunghissima storia tra le due squadre, si capisce perché raramente nei match tra Sassuolo e Milan non ci si annoia. I 17 precedenti vedono 9 vittorie del Milan, 2 pareggi e 6 vittorie del Sassuolo, moltissime per non essere una big. Ciò si spiega però, in buona parte, con il fatto che l’arrivo dei neroverdi in Serie A è coinciso con uno dei momenti storici più difficili del Milan dagli anni ’80 in poi.

Ad ogni modo sono ben 54 i gol segnati in totale, per una media di 3,17 a partita. Leggendo più in profondità, si scopre che l’under 2,5 gol è uscito solo 6 volte in 17 partite, e che addirittura il no-gol è uscito solo in 5 occasioni. La tradizione, in coerenza con quello che potremmo chiamare il DNA dei due club, dice dunque che Sassuolo-Milan è un match da over + gg. Certo in questa occasione c’è l’inedita pressione aggiuntiva data dal peso dell’enorme posta in palio, ma ciò non dovrebbe frenare gambe ed entusiasmo delle squadre.

Un altro elemento impone invece una riflessione. Da squadra costruita per un gioco offensivo, il Milan si sta guadagnando lo scudetto grazie a una eccellente difesa messa in mostra soprattutto nel girone di ritorno. Ben 8 clean sheet nelle ultime 10 partite parlano chiaro, oltre al fatto che Maignan è nettamente il portiere che ha mantenuto la porta inviolata per più partite (16) in questo campionato.

Pronostici di oggi
Tennis Wimbledon
Djokovic – Sinner

Che personalità, quella mostrata da Sinner contro Alcaraz. Ormai l'altoatesino è nettamente tra i top mondiali della racchetta, ed è forse l'unico che può realmente impensierire Novak Djokovic. L'azzurro, che sta vivendo un periodo memorabile su una superficie che teoricamente non doveva favorirlo, sta mettendo in campo qualità che possono mettere in difficoltà ogni avversario. Pensiamo che almeno un set possa portarlo via al campione serbo; da qui, il passaggio a scegliere un bell'over 34.5 giochi pagato quasi alla pari è pressoché obbligato.

U/O giochi nel match ›
Over 34,5
Tennis Wimbledon
Bouzkova – Jabeur

Ottimo torneo, sinora, per la ceca numero 66 del ranking. Tuttavia, per lei, è in arrivo lo scoglio più difficile: nel quarto di finale di Wimbledon, il match contro la tunisina Jabeur (numero 2 del tabellone e principale candidata alla vittoria finale dopo l'uscita della Swiatek) assume i connotati dell'impresa impossibile. Pur non essendoci precedenti tra le due, la disparità tecnica sembra evidente, e risulta difficile pensare ad un risultato diverso dallo 0-2 per la Jabeur.

Vincente match ›
0-2 Jabeur
Tennis Wimbledon
Maria-Niemeier

Derbi tedesco tra la 34enne Tatjana Maria e la 22enne Jule Niemeier, che produrrà sicuramente una semifinalista "unseeded". Maria ha avuto un tabellone un po’ più probante, avendo sconfitto una top 5 (Sakkari) e una ex top 5 (Ostapenko). Niemeier ha fatto fuori la numero 3 al mondo Kontaveit, pur se non certo al meglio, e due giocatrici oltre il n.100 (Tsurenko e Watson) ma competitive su erba.

Tutto considerato, giocare Maria vincitrice di almeno un set a 1,57 appare una mossa saggia.

Giocatore vince almeno un set ›
Maria vince almeno un set
Scopri tutti i pronostici

Guardando ai precedenti e alle caratteristiche attuali delle due squadre, la scelta migliore sembra quella del Multigol 2-4, data da Sisal a 1,55. Questa è l’opzione che piace di più perché comprende in sé più scenari ad alta probabilità (alcune combo di under, altre di over, di gol e no gol, Milan in controllo della partita, Maignan che non subisce reti, Sassuolo che gioca a viso aperto etc).

Come alternativa si può scegliere qualcosa a quota più alta, come ad esempio la doppia chance X2 abbinata al multigol 2-3, che sempre Sisal quota 2,45.

  • Multigol 2-4 – Quota Sisal 1,55
  • X2 + Multigol 2-3: Quota Sisal 2,45

Corner: meglio giocare live

Come sempre quello dei corner è un mercato molto interessante, soprattutto quando in campo c’è il Milan. Tuttavia ci sono da considerare le incognite come il possibile svolgimento della partita, in questo caso cruciali. Le quote sugli over dei corner sono generalmente profittevoli con i rossoneri, ma se il match dovesse sbloccarsi presto in favore dei rossoneri (o se l’Inter faticasse con la Sampdoria nell’altro campo interessato) allora ogni progetto in questo senso potrebbe andare per aria.

Molto meglio allora monitorare la situazione giocando live. Ad esempio, nel caso il Sassuolo dovesse andare in vantaggio, sarebbe il caso di “martellare” con decisione tutti gli over live, sia in generale che quelli riguardanti il Milan. Pre-match, in questo caso, è forse meglio passare la mano.

L’arbitro di Sassuolo-Milan

La cerchia degli arbitri possibili per governare la corsa scudetto nell’ultima giornata era piuttosto ristretta, dunque è abbastanza normale vedere che sarà Daniele Doveri il fischietto designato per Sassuolo-Milan. Il 44enne fischietto toscano, terzo per numero di presenze totali in Serie A tra gli arbitri in attività con 196, è alla quinta direzione stagionale con i rossoneri. Se non è record, poco ci manca. In precedenza Doveri era stato designato per i match contro Juve, Inter, Torino e Verona, in cui i rossoneri hanno ottenuto 3 pareggi e una vittoria. In generale, in questa stagione Doveri ha diretto 16 partite, comminando 59 cartellini gialli e 3 espulsioni per doppia ammonizione, oltre a 6 calci di rigore decretati. Detto del bilancio stagionale con il Milan, che in carriera Doveri ha diretto in totale 25 volte (14 v, 7 p, 4 s), il suo score con il Sassuolo parla di 15 partite, con 7 vittorie dei neroverdi, 3 pareggi e 5 sconfitte.

Sanzioni: under o niente

A proposito dell’arbitro, sappiamo che Doveri non è uno che si segnala per particolare severità nei cartellini. Ciò fa il paio con le caratteristiche di Sassuolo e Milan, che non sono certo le squadre più fallose o indisciplinate del campionato. I rossoneri sono quartultimi nella speciale classifica dei cartellini ricevuti con 75 (72 gialli e 3 rossi), mentre il Sassuolo è circa a metà classifica con 87 (84 gialli e 3 rossi). A questo aggiungiamo che, se da un lato come si è detto il Sassuolo è squadra che gioca sempre per vincere, dall’altra siamo sempre di fronte a un match di fine campionato, con una delle due squadre che non ha più obiettivi e l’altra che è a un punto dallo scudetto.

Non è proprio il classico match in cui scommetteremmo su una abbondanza di cartellini. Anzi, se proprio volessimo provare la strada del mercato delle sanzioni, dovremmo cercare qualche over allettante. Le quote di Sisal confermano che i bookmaker non prevedono tanti cartellini per questo match, il cui tie-breaker è fissato in under/over 3,5 punti cartellino. Proprio l’under 3,5 a 1,77 non è affatto male e anzi è probabile che scenda ancora. Dunque, se è vostra intenzione orientarvi su questa quota, fareste meglio a prenderla prima che scenda ulteriormente.

  • Under 3,5 punti cartellino: Quota Sisal 1,77

Calciatori da tenere d’occhio: Kessié

Sappiamo bene che la storia fra il Milan e Franck Kessié è al passo d’addio. Anzi, nei mesi passati si erano fatte insistenti le voci di un suo possibile trasferimento altrove già nella finestra invernale di mercato. Invece il centrocampista ex Atalanta è rimasto e sta dando il suo robustissimo contributo alla conquista dello scudetto. Non è il Kessié da 13 gol e 6 assist della passata stagione, ma chi segue le partite non può non aver notato una costante crescita di rendimento dell’ivoriano, che evidentemente vuole lasciare una bel ricordo di sé. Nelle ultime partite tutti parlano della crescita di Tonali e delle sgroppate inarrestabili di Leao e Theo, ma la sostanza fornita costantemente da Kessié, che raramente perde un contrasto ed è peraltro spesso presente nelle trame offensive della squadre, è fondamentale.

Stranamente, Kessié non ha ancora segnato nel girone di ritorno e questo per lui è abbastanza strano. Puntiamo allora su un suo gol o assist nella partita-scudetto, pagato da Snai 1,95.  Potremmo anche provare Kessié marcatore in un qualsiasi momento di Sassuolo-Milan, sempre con Snai ma a quota 3,00.

  • Kessié gol o assist  – Quota Snai 1,95
  • Kessié gol – Quota Snai 3,00

Segui il nostro Bar Sport

Per rimanere aggiornato su eventi, quote e pronostici, segui il nostro canale Bar Sport su Telegram.

SEGUICI

(è gratis!)

"Assopoker l'ho visto nascere, anzi in qualche modo ne sono stato l'ostetrico. Dopo tanti anni sono ancora qui, a scrivere di giochi di carte e di qualsiasi cosa abbia a che fare con una palla rotolante".