Vai al contenuto
scommesse

Strategia Betting Exchange: il “Lay the Draw” prematch, la nostra analisi critica, le regole e i consigli

Speciale Strategia Betting Exchange (Prima puntata) – Chi ci segue sa che quando tocchiamo l’argomento sulle tecniche applicate al trading sportivo e all’exchange, siamo sempre molto scettici nel parlare di Lay The Draw, il banca pareggio (banca la X). Eppure il nostro attento e caro pubblico ci “costringe” a parlare di LTD e noi di Assopoker lo facciamo volentieri.

Perché parliamo sempre della strategia Lay The Draw

La strategia è la più amata e richiesta dai trader sportivi amatori, da coloro che si avvicinano al betting exchange e hanno un’esperienza molto limitata. In effetti, questa tecnica è adatta per prendere confidenza sulla piattaforma di scambio scommesse di Betfair.

Inoltre sul web si trovano annunci di presunti trader di successo che spacciano di aver vinto milioni con questa strategia. Molto probabilmente, nei primi anni 2000, quando le quote live di Betfair erano ancora molto instabili, c’è qualcuno che realmente ha fatto una bella fortuna, sfruttando le oscillazioni illogiche sulla quota del pareggio. Ma oggi c’è da tenere i piedi ben saldi a terra.

Ma oggi divertiamoci e andiamo alla scoperta di una prima versione del Lay The Draw,  rivista e corretta.

Prendo spunto, in particolare dalla segnalazione di un amico di Assopoker, Federico, che ci chiede spesso lumi sui trader inglesi più famosi, con i quali ogni tanto ho la fortuna di confrontarmi.

In questo caso la segnalazione è nei confronti di Ian Erskine, uno degli scommettitori britannici più famosi che ha operato – nella prima ora – sulla piattaforma di Betfair e ha applicato il Lay The Draw in tutte le salse. Molto probabilmente Ian, parecchi anni fa, ha realmente guadagnato molto da questa strategia.

Ma oggi, conoscendo molto bene i movimenti e le oscillazioni dei mercati di Betfair.com, dubito che vi siano ancora margini, almeno nella sua versione originaria.

La versione LTD Prematch

Rispetto alla maggior parte dei trader professionisti che condividono con il pubblico le loro strategie, Ian Erskine consiglia un approccio differente al Banca Pareggio.

Se il trend oramai è quello di lavorare dividendo i due tempi di gioco (LTD 1 per il primo tempo e LTD 2 per il secondo tempo) con quote da bancare relativamente basse (concetto oramai noto alla nostra community), Eskine va contro-corrente e consiglia una bancata prematch (al massimo da 5.50).

Chi ci segue sa che siamo sempre stati contrari a questa filosofia però il trader inglese pone delle condizioni che, in via teorica, possono far funzionare la strategia.

La sua raccomandazione è quella di avere sempre un piano di trading prestabilito e di non chiudere mai dopo la prima rete (i margini sarebbero troppo bassi) o almeno aspettare che il mercato si stabilizzi.

Altra regola base: la coerenza è fondamentale. E’ necessario sempre attenersi al piano prestabilito che deve essere il medesimo per tutte le partite. Fatte queste premesse, vi invitiamo a cercare Eskine su Google per interpretare nel migliore dei modi il suo approccio se vi interessa. Noi abbiamo ipotizzato e sperimentato delle regole per cercare di far funzionare questa strategia e renderla sostenibile nel lungo periodo, ma con scarsa convinzione, siamo onesti.

Vi premetto subito che solo i più bravi e disciplinati riusciranno a farla funzionare, perché i margini, SE esistono, sono veramente bassi. Se non siete esperti e non rispettate mai le regole, non ve la consiglio. Quella che può sembrare una tecnica basic semplice è, in realtà, la più complessa, visto uno spazio di manovra molto ridotto.

Strategia Betting Exchange: selezione dei match LTD

Cercare sempre partite con le seguenti caratteristiche:
– C’è una chiara favorita (indicata dalle quote prematch), l’ideale se gioca in casa
– C’è una forte probabilità di Over 2.5 (sempre le odds possono darvi una mano)
Obiettivo:
– Il target deve essere quello che la squadra favorita acquisisca potenzialmente un vantaggio di due reti
Evitate partite:
– Equilibrate (le quote sulla X saranno vicine a 3.00) anche se tendenti all’Over
– Evitate partite con squadre difensive e con forte tendenza all’Under

Pronostici di oggi
Calcio Conference League
Colonia – Partizan

La vittoriai in Bundesliga per 3-2 sul Borussia Dortmund potrebbe rilanciare le ambizioni del Colonia, sia in campionato che in Conference. I tedeschi partono favoritissimi per la vittoria e in casa hanno vinto le ultime 2 partite. Nel Gruppo D sono in prima posizione con 4 punti e 5 reti segnate. Il Partizan è staccato di 5 punti dalla Stella Rossa in campionato, ma arriva da 13 risultati utili e non perde dai primi di agosto. Inoltre è andato a segno in 9 delle ultime 10 trasferte. Partita che potrebbe essere aperta e incerta, mentre sembra più probabile avere almeno un goal per parte.  

goal/no goal ›
GOAL
Calcio Europa League
Zurigo – PSV

Zurigo ultimo in classifica e in difficoltà anche in campionato. Dopo una serie di 6 sconfitte consecutive, che hanno portato i padroni di casa all’ultimo posto senza aver ancor ottenuto i 3 punti, lo Zurigo ha ottenuto un importante pareggio contro il Grasshoppers. Ma in casa la vittoria manca da 3 partite anche se i goal sono sempre arrivati con puntualità. Migliore la stagione del PSV che però in Europa League ha ottenuto solo un pareggio nel match giocato con il Bodo Glimt. Due le sconfitte di fila esterne per gli olandesi, che però sul campo dello Zurigo potrebbero tornare alla vittoria.  

1X2 finale ›
2
Calcio Europa League
Roma – Betis

L’ultimo precedente tra le due formazioni, vecchio di appena 1 anno, riporta un interessante finale vinto dagli spagnoli per 5-2. Il Betis è una sorpresa in questa Liga, segna poco ma con regolarità. La Roma farà la partita per tornare subito in vetta al girone e riprendere la striscia di risultati interni positivi interrotta contro l’Atalanta. Pochi i cambi con Abraham che potrebbe tornare centrale nell’attacco giallorosso orfano però, probabilmente, di Pellegrini. In casa la Roma ha subito appena 1 rete nelle ultime 5 partite interne, ma contro il Betis potrebbe arrivare un goal per parte.

goal/no goal ›
GOAL
Scopri tutti i pronostici

LTD con un approccio più da scommessa che da trader

Per farla funzionare con una bancata impegnativa (per il vostro bankroll) prematch dovete interpretarla con un approccio più da scommettitore, almeno fino al 70’ minuto.

Strategia Betting Exchange: il concetto di Stop Win / Stop Loss al 70-75’

La bancata prematch comporta una importante responsabilità iniziale, per questa ragione la disciplina è fondamentale in questa strategia.

Abbiamo la possibilità di sfruttare un trend del mercato: in caso di parità, fino al 70’ le quote sulla X rimangono equilibrate e relativamente stabili. Questo ci permette di poter applicare uno stop loss non eccessivamente costoso.

Tendenzialmente lo stop loss sarà pari allo stake (se uso uno stake di €10, il loss sarà di circa €10/€12).

Ma è ancora più importante essere disciplinati in caso in cui la squadra favorita sia in vantaggio di un solo goal. In questo caso meglio assicurarci un profitto certo che una perdita ingente.

Dopo il 70’ ci esponiamo a un rischio importante. Dal 70’ fino al 95’ vi è un crollo verticale delle quote sulla X e ogni minuto che passa perdiamo molti soldi. Dopo il 70’ la quota sul pareggio sarà sicuro sotto 2.00.

Le regole da seguire per LTD a seconda degli scenari

Con lo stop loss o stop win fissato al 70’ , abbiamo la possibilità di rimanere sul mercato per 70 minuti e prenderci un profitto, seguendo queste regole.

In caso di 1-0 della favorita: aspettare 15-20 minuti per un eventuale raddoppio. Se il goal è segnato nel primo tempo possiamo anche attendere il 45’ prima di uscire. In caso non vi sia alcun 2-0, uscire con un discreto profit.

In caso di 2-0 uscire in surebet o freebet (portando a zero la responsabilità sul pareggio).

In caso di 0-1 dell’underdog (sfavorita) possiamo tirarci il risultato fino al 70’ (in attesa di uno 0-2) dopo di che usciremo con un leggero profit o una perdita contenuta. Ci sono dei players che quando segna un underdog, bancano l’underdog e limitano la responsabilità sul pareggio. E’ una tecnica però rischiosa perché c’è la possibilità che la nostra esposizione sulla squadra in vantaggio sia importante.

In caso di 0-2 (doppio vantaggio dell’underdog) uscire con un cash out: in genere con un leggero profit, in alcuni casi (eccezionali) con un moderato loss.

In caso di 0-0 al 70’ uscire con uno stop loss contenuto.

In caso di 1-1/2-2 etc alcuni trader consigliano di non uscire. Secondo me è un punto di vista sbagliatissimo che ci espone a responsabilità pesanti che rischiano di farci cancellare magari il profitto di 5 trade positivi. Bisogna rimanere disciplinati. L’1-1 è il risultato più frequente.

In caso di espulsione: se riguarda la squadra favorita dovete uscire con uno stop loss. Se invece a essere penalizzata è la squadra underdog allora potete rimanere dentro.

strategia betting exchange

In questa strategia i margini di profitto (SE esistono) nel lungo periodo sono contenuti e dipendono da 4 fattori fondamentali:

1) Selezione rigida delle partite con una chiara favorita (sia dalle quote dei bookmakers che dalle nostre ricerche personali) con forte tendenza all’over 2.5.

2) Avere un piano prematch definito e equilibrato che va rispettato

3) Disciplina nell’applicare in modo rigoroso gli stop win e stop loss

4) Coerenza: se decidiamo di uscire sempre al 70’ in base agli scenari, dobbiamo persistere. Il piano di trading deve essere sempre lo stesso.

Il trader di TotalScommesse e BetSchoolPro conferma la nostra tesi: “Si, i margini con una bancata prematch non ci sono e in ogni caso è una strategia che può applicare solo un trader molto disciplinato, ma saranno diverse le occasioni nel quale il senso di frustrazione sarà pesante: magari esci al 70’ e al 75’ segnano. E’ un classico. Ma per chi fa questo di professione è solo un dettaglio, quello che conta fare i conti a fine mese”

Come avete visto questa strategia è l’opposto delle tecniche usate dalla maggioranza dei traders che, in genere, entrano proprio dopo il 70’ e sperano in un goal negli ultimi 20-25 minuti di gioco (le statistiche testimoniano che sia il momento più prolifico).

“In questo caso la strategia prova a sfruttare i primi 70 minuti quando le quote sulla X sono molto più stabili. Le forti oscillazioni si possono avere in caso di doppio vantaggio della squadra favorita o anche dopo il primo goal se c’è un dominio sul campo molto netto. Vanno evitati come la peste i match equilibrati”.

Banca la X: in conclusione, il nostro giudizio e consigli

La nostra conclusione è che difficilmente, anche con un’ottima selezione e la massima disciplina avrete i margini per mantenere un profitto di lungo termine. In ogni caso i fattori fondamentali per questa strategia:

1) Selezione rigida delle partite con una chiara favorita (sia dalle quote dei bookmakers che dalle nostre ricerche personali) con forte tendenza all’over 2.5.
2) Avere un piano prematch definito e equilibrato che va rispettato
3) Disciplina nell’applicare in modo rigoroso gli stop win e stop loss
4) Coerenza: se decidiamo di uscire sempre al 70’ in base agli scenari, dobbiamo farlo sempre.

Quale deve essere la reale direzione per gli “amanti” del banca pareggio

Per gli amanti di LTD, il consiglio è quello di non applicare mai questa strategia FULL MATCH ma di dividerla nella vostra testa in LTD1 e LTD2, in base ai tempi di gioco (primo e secondo tempo), mantenendo una bancata con responsabilità relativamente bassa. Certe partite saranno più adatte al primo tempo (in questo caso consigliamo l’ over 0.5 primo tempo in alternativa), in altri invece sarà fare una banca sul finale di partita.

Avviso ai naviganti: da oggi su Assopoker inizia la nuova rubrica dedicata alla “Strategia Betting Exchange” con la spiegazione delle principali strategie che circolano sul web (gratuite e alcune a pagamento) con un’analisi profondamente critica sui punti di forza e di debolezza di ogni tecnica.  Per chi ama studiare le tecniche dei mercati delle scommesse, vi consiglio di non perdervi neanche una puntata!

Newsletter
Segui il nostro Bar Sport

Per rimanere aggiornato su eventi, quote e pronostici, segui il nostro canale Bar Sport su Telegram.

SEGUICI

(è gratis!)

Editor in Chief Assopoker. Giornalista e consulente nel settore dei giochi da più di due decenni, dal 2010 lavora per Assopoker, la sua seconda famiglia. Ama il texas hold'em e il trading sportivo. Ha "sprecato" gli ultimi 20 anni della sua vita nello studio dei sistemi regolatori e fiscali delle scommesse e del gioco online/live in tutto il Mondo.