Gioco legale e responsabile

Curiosità

Mike Sexton nel ricordo di Gavin Griffin: “Aveva un segreto…”

Gavin Griffin, noto giocatore di poker professionista, ha ricordato il compianto Mike Sexton, conosciuto giocando gli eventi del World Poker Tour. Griffin ha parlato di un segreto… ma non è affatto quello che potreste pensare.

Scritto da
09/10/2020 10:30

803


È passato poco più di un mese dalla sua scomparsa, ma Mike Sexton continua a vivere nel cuore e nei ricordi delle tantissime persone che hanno avuto modo di conoscerlo più o meno profondamente, nella vita privata e in quella professionale.

Una di queste è Gavin Griffin, giocatore di poker americano da oltre 5 milioni di dollari di vincite in carriera, che sulle pagine di CardPlayer.com ha voluto omaggiare a modo suo l’indimenticabile ex presidente di Partypoker.

I primi incontri con Mike Sexton

“Ricordo di aver partecipato alla crociera del Party Poker Million nel 2005”, esordisce Griffin. “Che ci crediate o no, ogni cabina della nave serviva per girare un documentario su Mike Sexton. Raccontava la sua storia ai tempi della Ohio State University e di quando era nell’esercito”.

Confronto Bonus Poker

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i bookmaker sono mostrati a rotazione casuale.

Quello fu il primo incontro tra Gavin Griffin e Mike Sexton, a cui seguì il secondo durante il Professional Poker Tour, una serie di tornei prodotta dal WPT alla quale si poteva accedere solo tramite qualificazione.

“Ero uno dei più giovani del field, mi sentivo un po’ fuori posto, anche se avevo già raggiunto dei risultati nel poker. Stavo girando per la sala quando mi imbatto in Huck Seed che sta parlando con Erik Seidel, organizzando un heads-up. Mike Sexton stava facendo da mediatore. Ad un certo punto arriva Annie Duke e chiede cosa stia succedendo”.

A quanto pare, Seed e Seidel stavano parlando dei termini della sfida: se Huck avesse vinto, Erik gli avrebbe dovuto dare $50.000. In caso contrario, Seed avrebbe dovuto tagliarsi un piede! Non sappiamo come sia andata a finire (se non che Huck gira ancora con entrambi gli arti), ma ad un certo punto Griffin ricorda come Sexton sia intervenuto a raccontare aneddoti sul poker, allietando tutti i presenti prima dell’inizio del torneo.

L’impareggiabile gentilezza di Mike

Griffin non ha iniziato col verso giusto la sua carriera al WPT. Ci ha messo qualcosa come 18 eventi prima di andare una volta a premio. “Finalmente al The Bike nel 2007 vado deep. Sono uscito 20°, ma prima dell’inizio della giornata, Mike viene da me e mi dice che è da tanto che vorrebbe vedermi andare fino in fondo in uno di questi eventi e che spera di incontrarmi al tavolo finale”.

 

Mike Sexton

Mike Sexton alla premiazione dei GPI Awards nel 2015

 

Gavin, pur ipotizzando che Sexton volesse solo essere gentile con lui, spiega come Mike avesse questa sincerità di fondo che ti faceva sembrare che intendesse davvero ciò che stava dicendo e che non avesse detto le stesse cose anche agli altri 15 giocatori.

Ecco il suo segreto!

Finalmente, Gavin Griffin si sblocca e vince il Borgata Winter Open 2008, lui che in carriera ha conquistato pure l’EPT Grand Final Montecarlo 2007 e un braccialetto nel 2004 (sì, è un Triple Crown Winner).

“Avevo vinto e dovevo fare le interviste di rito. Una delle foto doveva essere con Mike Sexton e Vince Van Patten (l’altro storico commentatore del WPT, ndr). Si accendono le telecamere e sento una risatina dietro di me. All’inizio non capisco, ma poi mi rendo conto che era Mike che cercava di farsi venire un sorriso genuino: era molto premuroso e non voleva che i vincitori avessero un brutto ricordo di quel momento”.

Era proprio questo il segreto di Mike Sexton: era capace di farti sentire suo amico nel giro di giorni, ore o minuti. Ancora oggi, quando io e mia moglie dobbiamo fare una foto in cui dobbiamo stare concentrati sulla fotocamera per un po’, facciamo quella risatina alla Mike per tirar fuori un sorriso genuino”.

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento