GIOCARE PUÒ CAUSARE DIPENDENZA PATOLOGICA IL GIOCO È VIETATO AI MINORI DI 18 ANNI

Informati sulle probabilità di vincita e sul regolamento di gioco
sul sito www.aams.gov.it

Curiosità

Phil Hellmuth si toglie un sassolino dalla scarpa: “Dominik Nitsche? Quanti braccialetti ha lui?”

In un'intervista improvvisata con Joe Ingram, Phil Hellmuth ha lanciato una frecciatina a Dominik Nitsche, che da sempre lo critica aspramente per il suo modo di giocare

Scritto da
13/07/2018 10:30

2.537


Da almeno un anno a questa parte Dominik Nitsche non ha perso occasione per attaccare pubblicamente Phil Hellmuth, da lui giudicato come uno dei professionisti più scarsi in circolazione. Il tedesco ha spesso utilizzato parole pesanti nel giudicare il livello di gioco del campione americano.

“Giudicare Phil Hellmuth sarebbe come sparare sulla croce rossa”, aveva detto qualche mese fa nel podcast di Joe Ingram. “Ha una mentalità molto chiusa, crede di sapere come vincere e non cambia mai modo di giocare. La sua hand selection è terribile, il suo range di c-bet è super exploitabile e ha un gioco shortstack tremendo”.

Millions Barcellona Main Event Dominik Nitsche

Dominik Nitsche

Nitsche aveva concluso il suo giudizio così:

Per me è il giocatore più scarso che puoi trovare a un tavolo high roller, non vedo l’ora di incontrarlo nuovamente”.

Eppure ieri notte Phil Hellmuth ha vinto il suo 15° braccialetto alle WSOP, un risultato strepitoso. Il record di vittorie alle World Series, che già gli apparteneva, è stato quindi migliorato e ora il distacco dai più diretti inseguitori è di ben cinque vittorie: Ivey, Chan e Brunson sono fermi a 10 braccialetti.

Dopo questo straordinario risultato (oltretutto ottenuto in un evento di $5.000 di No-Limit Hold’em pieno di reg degli high roller) ci si aspettava un Phil Hellmuth pronto ad attaccare i numerosi detrattori degli ultimi anni. Il 54enne ha invece mantenuto un atteggiamento molto posato e sportivo, togliendosi comunque un sassolino dalla scarpa proprio su Nitsche.

Finalmente 888, la seconda Poker Room online a livello mondiale è arrivata in Italia. Registrati subito! Per te un Bonus immediato di 8 euro senza deposito e Freeroll giornalieri da 5000 euro.

Phil Hellmuth: “Non ho tempo per gli haters”

Subito dopo la vittoria, Phil è stato “intervistato” da Joe Ingram, che ha poi postato il video sui suoi social network. Hellmuth è ovviamente al settimo cielo e fin dal primo momento viene stuzzicato da Ingram.

Phil, cosa vuoi dire agli haters?” chiede Ingram, come sempre su di giri.

Non mi interessano gli haters, non ho tempo per loro. Mi interessano i lovers“, dice il 15-volte campione WSOP. “Io voglio dedicare il mio tempo a chi vuole raggiungere i propri obiettivi e a chi dà positività”.

Phil Hellmuth dopo la vittoria del 15° braccialetto WSOP

Il riferimento è al suo libro che si chiama proprio “POSITIVITY“, nel quale Hellmuth spiega come un approccio positivo alla vita sia alla base di ogni forma di successo. Nel video, Phil inizia a “braggare” tutti i nomi noti che hanno partecipato alla stesura con interventi preziosi, come quello di Tony Robbins.

Poi viene interrotto da una battuta particolarmente divertente di Ingram: “Ma i tedeschi ci sono nel libro?

“Stai provando a mischiare le carte in tavola…”, dice Hellmuth, ma Ingram rincara la dose: “Cosa vuoi dire al mio amico Dominik Nitsche che ti ha criticato più volte?”

Phil Hellmuth: “Nitsche fortissimo… quanti braccialetti ha?”

Qui Hellmuth si prende un attimo e risponde: “Dominik è fantastico. Fortissimo. Quanti braccialetti ha vinto? Tre o quattro mi pare…

Una frecciatina in piena regola da parte di Phil, che ha appena vinto il 15° braccialetto. Dopo essersi tolto questo sassolino dalla scarpa, torna però sui binari della positività: “Senti Joe, loro possono anche odiarmi ma non significa che io odierò loro“.

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento