Gioco legale e responsabile

WSOP 2021

Erik Seidel da Leggenda: vince il WSOP Super Million$ e 9° bracciale, nonostante 2 misclicks

Quella tra Erik Seidel e le WSOP è una storia lunga 33 anni: poche ore fa ha vinto il Super Million$ online per oltre $977.000. E' il suo nono titolo mondiale. A 14 anni dall'ultimo braccialetto vinto, il player newyorkese raggiunge Johnny Moss nella classifica di tutti i tempi.

Scritto da
18/08/2021 10:07

3.724


Tutto iniziò il 21 Maggio del lontano 1988, quando Johnny Chan battè Erik Seidel nel testa a testa per il titolo mondiale (scena mitica immortalata da The Rounders). Così il mago del backgammon del Mayfair Club di New York fu battuto sul più bello a Las Vegas dal “Maestro” del texas hold’em, campione iridato in carica.

erik-seidel

Erik Seidel alle WSOP 2014 (photo courtesy of Pokernews – Jayne Furman )

Erik Seidel: dal cash game high stakes al Mayfair, al nono titolo online

Quelle immagini fanno apparire il player di Brooklyn quasi spaesato, di fronte alla ferocia e determinazione dell’asiatico. Sono però riprese fuorvianti. Chi pensa così di Seidel è fuori strada.

In realtà era già un personaggio con gli attributi che gli fumavano ai tavoli di poker.

Come ci ha raccontato il mitico ed unico Gherardo Crespi (che prendeva parte a quelle partite), al Mayfair Seidel giocava ogni giorno ai limiti 25$/50$ contro i più forti al mondo (Howard Lederer e Dan Harrington), ma a volte si spingevano ad una 150$/300$ Limit.

Confronto Bonus Poker

Questo comparatore confronta i bonus di benvenuto attualmente verificabili sui bookmaker italiani. Questa tabella ha una funzione informativa e i bookmaker sono mostrati a rotazione casuale.

33 anni di successi alle WSOP: una storia lunghissima!

Dalla sfida mondiale contro Chan sono passati 33 anni ma il legame tra le WSOP e Seidel si rinnova di continuo. Ed è una lunga storia di successo. Erik ha dovuto aspettare altre quattro temporade alle World Series per conquistare il primo braccialetto.

E’ il 25 aprile del 1992 e il player newyorkese si impone nella variante più prestigiosa del tempo: il Limit Hold’em (il torneo era un $2.500).

In heads-up indovinate chi ha piegato? Un’altra leggenda delle WSOP: tale Phil Hellmuth Jr, colui che 3 anni prima ha negato la tripletta nel Main Event proprio a Johnny Chan (nel 1989).

Erik Seidel e l’ultima impresa online: vinto il WSOP Million$ online

La storia è ciclica e per Erik Seidel si è ripetuta nove volte. Si, dobbiamo aggiornare la sua bacheca virtuale che era rimasta ferma (solo per le WSOP) a 14 anni fa.

La scorsa notte ha vinto online un altro titolo WSOP, aggiudicandosi un super premio da $977.842 (a testimoniare la difficoltà nel vincere un evento simile).

Insieme ad Hellmuth, è un campione di longevità e continuità e, poche ore fa, ha dimostrato di avere una capacità straordinaria di adattamento anche al gioco online, lui che è maestro nel gioco dal vivo.

Per un personaggio come lui, esponente (solo per carta d’identità, non ce ne voglia..) della Old School, è un’impresa unica: è stato capace online di battere un field con ben 624 entrants. Ha vinto il titolo WSOP Online Super MILLION$ High Roller su GGPoker.

Gli altri 8 bracciali naturalmente li ha vinti dal vivo. Questa è la prima affermazione su internet, 29 anni dopo il suo primo successo.

“Una sorpresa per me, l’online non è il mio elemento naturale”

Erik, campione di umiltà, ha cercato di volare basso, minimizzando la vittoria su Twitter dove è stato sommerso di complimenti: “grazie a tutti per le belle parole, sono molto felice! Questa vittoria mi ha colto di sorpresa perché l’online non è il mio contesto”.

Durante il tavolo finale, Seidel aveva trovato il tempo di twittare tutto il suo disagio davanti ad un mouse: “solo due misclicks fino ad ora”.

Il tavolo finale

Si è connesso dal Canada ed ha mostrato la sua classica performance tipica al final table. Aveva iniziato il final day al settimo posto nel count, ma nel giro di un paio eliminazioni era riuscito a conquistare la chip lead.

In heads-up si è trovato contro Francisco Benitez partendo da una posizione sfavorevole di 4:1. Ha pareggiato subito in conti con un All in preflop con Q-Q contro J-J dell’avversario con set chiuso al flop.

Lo showdown finale è stato drammatico: Seidel le ha messe tutte al centro del tavolo con A-8 preflop, dominato da Benitez con A-K, ma il veterano è stato, questa volta, aiutato dagli Dei del poker che gli hanno fatto chiudere colore.

Il payout del final table

  1. Erik Seidel Canada $977,842
  2. Francisco Benitez Uruguay $759,419
  3. Thomas Muehloecker Austria $589,785
  4. Shyngis Satubayev Montenegro $458,043
  5. Chin-Wei “davidchien88” Chien Taiwan $355,729
  6. Joachim Haraldstad Norway $276,269
  7. Claas Segebrecht Austria $214,558
  8. Isaac Baron Mexico $166,632
  9. Rui Ferreira Brazil $129,410

Nota bene: i paesi indicati sono quelli di residenza dell’account del giocatore

L’impresa di Seidel rimane unica, a prescindere dalle dinamiche ai tavoli, se solo pensiamo che nel lontano 1992 molti di quelli che hanno preso parte al Super Million$ non erano ancora nati o erano solo dei bimbi. 29 anni fa, il professionista newyorkese battè 126 players. Era un altro poker.

Stanotte si è messo alle spalle più di 600 giocatori, piegando uno dei field più tosti del Mondo. Lui c’è sempre, nonostante l’evoluzione continua del gioco. Il poker cambia, lui rimane un vincente!