Vai al contenuto

Dan Bilzerian: “La sfida milionaria con Gores? Il buy-in lo ha deciso lui, io avrei alzato la posta”

Ricordate della partita di poker più ricca della storia di cui si parlava il mese scorso? Dan Bilzerian ha confermato che dovrebbe farsi, ma anche che il suo sfidante – il miliardario Alec Gores – non si è ancora fatto vivo. Tutti gli aggiornamenti in una recentissima intervista della popolare “Instagram star”.

Durante un party organizzato da uno sponsor delle WSOP, Tiffany Michelle ha intervistato Dan Bilzerian per PokerNews, e non potevano mancare domande sulla sfida – ancora potenziale – contro Alec Gores.

Dan Bilzerian: “La sfida si farà, io avrei giocato anche per 100 milioni”

“Beh sì, la sfida in teoria è confermata. Lui mi ha sfidato 2 volte e 2 volte io ho accettato. Sto solo aspettando che si faccia vivo.” Anche il buy-in dovrebbe essere quello annunciato, ma Bilzerian ha aggiunto un particolare inedito: “Sì, confermato che la partita sarà da 50 milioni di dollari a testa. Ah è stato lui a dire la cifra, io probabilmente avrei giocato anche per 100 milioni, ma in quel caso avrei dovuto vendere un po’ di action.”

Sfida mediatica

Nei progetti di Dan Bilzerian, questo potrebbe anche diventare un evento mediatico: “Mi piacerebbe che ci fossero le telecamere, magari quelle di PokerGO e l’Aria come location.” Rimane da vedere la fattibilità di una cosa del genere, anche e soprattutto per l’eventuale ricaduta di immagine che un evento del genere potrebbe avere sul gioco del poker.

Dan e le WSOP, un amore mai nato

Tiffany Michelle approfitta poi per altre domande a un personaggio che – lo si ami o lo si odi – ha sempre un seguito enorme. “Tu sei una sorta di Dio di Instagram, ma di persona sembri un tranquillone. E’ tutta scena o hai un alter ego?”, chiede. Dan risponde che in realtà quello che passa sui social è un 10% di highlight, poi c’è molto di altro.

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

E poi non poteva mancare una domanda sulle World Series. “Se sono attratto dal giocare le WSOP? No, non sono mai stato un tipo da tornei, molto più da cash game.” Nemmeno il Main Event riesce ad accendere la miccia in Dan, che tuttavia vanta una bella deep run in carriera. Beh sai, una volta ho fatto day 6 o 7, non ricordo (era il 2009 e Dan arrivò 180° su 6494, ndr), ma non vedevo l’ora di alzarmi e andare via.

 

"Assopoker l'ho visto nascere, anzi in qualche modo ne sono stato l'ostetrico. Dopo tanti anni sono ancora qui, a scrivere di giochi di carte e di qualsiasi cosa abbia a che fare con una palla rotolante".