Vai al contenuto

Alle WSOP 2024 i payouts saranno diversi dal passato

Grande novità per le World Series Of Poker che hanno appena preso il via con un bel record al primo giorno in quel di Las Vegas.

In questa edizione le strutture dei premi dei tornei che mettono in palio il braccialetto saranno diverse rispetto al passato.

In the money da minimo due volte il buy-in

La novità è stata comunicata sui social dalla stessa organizzazione WSOP.

“Nuovi payouts per le WSOP 2024! Nella maggior parte degli eventi i mini-cash saranno di due volte il buy-in. Potete usare il calcolatore online per vedere i premi di ogni evento”.

Andare a premio in un torneo WSOP in questa edizione, dunque, farà vincere il doppio del buy-in: fino all’anno scorso i minimum cash WSOP prevedevano un premio di x1.5 sul costo di iscrizione.

Rispetto al passato resta invariata al 15% la percentuale di posizioni a premio sul totale degli iscritti: a calare saranno soprattutto le monete spettanti ai vincitori, come potete vedere più in basso nella nostra simulazione.

Le eccezioni

Le nuove strutture dei premi saranno implementate nella stragrande maggioranza dei tornei di questa edizione WSOP, ma non in tutti.

L’eccezione più importante è quella del Main Event WSOP: il fascino del torneo principe delle World Series Of Poker è legato anche alla consistenza della prima moneta, non a caso per molti anni il premio minimo era addirittura inferiore al buy-in!

Ma anche altri tornei con formule più particolari non saranno toccati dal rinnovamento delle strutture dei premi, come ad esempio gli eventi Shootout.

Scopri tutti i bonus di benvenuto

Comparazione payouts: 100k SHR

Per vedere nel concreto come cambieranno le strutture dei premi, abbiamo effettuato una simulazione prendendo un torneo della scorsa edizione WSOP e vedendo quale sarebbe il payouts con i nuovi criteri.

Il torneo scelto è il Super High Roller WSOP da 100k dello scorso anno vinto da Jans ‘Graftekkel’ Arends: come si vede il premio minimo dell’in the money era x1.7 il buy-in e la prima moneta era ben oltre i 2.5 milioni di dollari.

Pos.Premio
1$2,576,729
2$1,592,539
3$1,142,147
4$833,854
5$619,919
6$469,464
7$362,279
8$284,979
9$228,600
10-11$187,069
12-14$171,034

Quest’anno invece i giocatori che arriveranno a premio al Super High Roller incasseranno più di due volte il buy-in investito mentre la prima moneta sarà più bassa di quella vinta nell’edizione 2023 del torneo.

Pos.Payouts
1$2,495,599
2$1,644,675
3$1,120,300
4$789,639
5$576,617
6$436,792
7$343,714
8$281,390
9$240,059
10-14$213,793

Le reazioni

La novità ha suscitato reazioni contrastanti tra i poker pro. In diversi hanno sottolineato come i mini-cash più grandi rispetto al passato aumenteranno gli ‘stalling’ in bolla.

C’è invece chi ha sottolineato che, a fronte dell’aumento dei minimum cash, sarebbe stato auspicabile ridurre al 12,5% la percentuale di giocatori a premio, in modo da non togliere troppo alle prime posizioni.

Tra i più critici troviamo Andy Bloch: “É meglio 1.5. Il cash minimo per tutti i tornei da 10.000$ specialmente dovrebbe essere x1.5. Il Main Event ha un cash minimo di 15k ma non gli altri eventi da 10k. Persino gli eventi da 5k hanno dei cash minimi che prevedono un profitto superiore al buy-in. Se volete cambiare e rendere i mini-cash di due volte il buy-in, almeno che siano ESATTAMENTE x2, non di più!”.

Dopo anni passati a scrivere di altro, in un periodo sabbatico mi sono appassionato al poker e dal 2012 è diventato il mio pane quotidiano. Intanto ho scritto un paio di libri che niente hanno a che vedere col nostro meraviglioso gioco.
MIGLIORA IL TUO POKER CON I NOSTRI CONSIGLI