Vai al contenuto

Come divertirsi a Natale sfidando a poker gli amici: 5 giochi originali

Con l’approssimarsi del 25 dicembre tornano in auge i pokerini natalizi. Se siete stanchi del Texas Hold’em, ecco cinque varianti poco conosciute che vi faranno passare belle ore all’insegna del divertimento con amici e parenti!


Courchevel

Il nome di questa variante del Pot Limit Omaha deriva dalla località francese in cui è nata. In ogni mano ai giocatori vengono distribuite cinque carte e ne viene girata una del flop prima del giro di puntate.

Al flop vengono quindi girate due carte e non tre. Per creare il punto migliore, proprio come nell’Omaha, i giocatori devono usare obbligatoriamente due carte.

Poker polacco

Negli anni d’oro del poker italiano, quando i tornei live dello Stivale si susseguivano uno via l’altro, il poker polacco era il gioco più gettonato per i fine day, quando i giocatori si ritrovavano a tirare tardi nelle camere d’albergo in attesa dell’alba.

Questa variante non richiede la presenza di chips: le puntate e i rilanci si fanno semplicemente dichiarando un punteggio che deve essere superiore a quello dichiarato in precedenza. Il divertimento sta nello ‘sgamare’ le bugie degli avversari.

Se conoscete il gioco di dadi Perudo siete avvantaggiati per il poker polacco: qui trovate tutte le regole.

Telesina

Probabilmente già conoscete ‘la Telesina’, mitica variante delle partite casalinghe giocate da generazioni di italiani. Forse però non sapete che una delle ipotesi sulle origini del nome lo veda come italianizzazione di Tennessee, lo stato americano in cui ebbe origine il 5-card Stud.

Di certo c’è che il 5-card stud ha ispirato la Telesina, che nella sua forma base si presenta come un 5-card stud a mazzo ridotto. Il numero di carte da usare si ottiene sottraendo a 11 il numero di giocatori, quindi in una partita di 4 giocatori il mazzo sarà composto con carte dai sette a salire.

La telesina presenta però infinite variazioni sul tema: a questo link potete scoprire le principali, oltre alle regole dettagliate del gioco.

Sohe

Questa variante è molto in voga nelle partite private di Chicago che si svolgono negli studios del produttore musicale Steve Albini, due volte vincitore del braccialetto WSOP.

Scopri tutti i bonus di benvenuto

‘Sohe’ è l’acronimo di ‘Simultaneous Omaha e Holdem‘, ‘Omaha e Holdem in simultanea’.

I giocatori ricevono sei carte che vengono divise in due mazzi: uno da due carte che vale per la mano di Holdem, uno da quattro carte che vale per la mano di Omaha.

Le puntate procedono come nei due giochi. Quando si va showdown il piatto viene splittato tra la migliore mano di Holdem e la migliore mano di Omaha tra quelle che vengono girate.

Crazy Pineapple

Conosciuto anche come ‘Irish poker’, piace molto agli appassionati in quanto coniuga aspetti del Texas Holdem ad altri di Pot Limit Omaha.

Ai giocatori vengono distribuite tre carte di cui una deve essere scartata dopo il flop. Va da sè che preflop la fold equity è molto scarsa. In questa variante la selezione delle carte giocabili assegna ai blocker una importanza ancora maggiore rispetto al NLHE.

Giocabile anche con ulteriori variazioni sul tema: nel ‘Three Card Hold’Em Pineapple’, per esempio, dopo il flop non c’è nulla da scartare e tutte e tre le carte possono essere utilizzate per il punto finale.

Giornalista pubblicista dal 2005, in un periodo sabbatico mi sono appassionato al poker e dal 2012 è diventato il mio pane quotidiano. Intanto ho fatto anche altro, tipo scrivere due libri che niente hanno a che vedere col nostro meraviglioso gioco.
MIGLIORA IL TUO POKER CON I NOSTRI CONSIGLI