Vai al contenuto

Chi sono i padroni del betting e del poker online: la famiglia Coates guadagna un miliardo l’anno

La famiglia Coates padrona del betting inglese

Il gioco online in Gran Bretagna va per la maggiore. Non a caso, al primo posto, troviamo la famiglia Coates, fondatori del book online Bet365. L’azienda ha fatto fortuna grazie alle geniali idee di Peter Coates che partito con un solo betting shop ha creato un impero raccogliendo gioco in rete.

Denise alla guida di Bet365

Al momento il patrimonio personale familiare è valutato 5 miliardi di sterline (22esima posizione in assoluto in UK), ben 1,2 miliardi in più rispetto al 2016. Bet365 ha registrato un turnover di 37 miliardi di pounds con un utile di 459,6 milioni. La famiglia ha diversificato anche in altri business (ceramiche). A guida del gruppo c’è la figlia di Peter, Denise Coates che è l’azionista di maggioranza (50,25%). Il fratello John è uno degli amministratori del book mentre il padre è presidente dello Stoke, squadra di Premier League. La famiglia controlla il 93% delle azioni. Denise è una delle donne britanniche più ricche: nel 2016 ha guadagnato 117,5 milioni di pounds (dividendi più stipendio annuale).

 

Supera il test che misura le tue capacità al tavolo di poker. Ottieni subito BANKROLL e COACHING

betsense

 

 

I paperoni del poker: Scheinberg e Miss PartyPoker

Ma non c’è solo il business delle scommesse a tenere banco. Il poker online forse è il gioco, da questo punto di vista, più sottovalutato. Al secondo posto, in questa speciale graduatoria degli uomini più ricchi del Regno Unito, c’è Mark Scheinberg (32esimo posto nella Rich List), figlio di Isai Scheinberg (fondatore di PokerStars) che è passato da possedere 828 milioni ad arricchire il suo conto in banca fino a 3,7 miliardi di pounds dopo la vendita di Stars ad Amaya.

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

Presenti in classifica anche i fondatori di Party Gaming che devono la loro fortuna a PartyPoker (fino al 2006 la prima room mondiale): Ruth Parasol e l’ex marito Russ DeLeon possono vantare un patrimonio di 720 milioni di sterline. Sono stati costretti a vendere gran parte del loro pacchetto di azioni per consentire a Party di ottenere le licenze negli States.

I fratelli Done e Michael Tabor

Al terzo posto tra i paperoni del gaming invece si confermano i fratelli Fred e Peter Done, fondatori di Betfred, altro storico book inglese. Le loro fortune ammontano a 1.33 miliardi. Sempre per quanto riguarda il betting, in classifica troviamo l’ex scommettitore professionista Michael Tabor (625 milioni di pounds), ora proprietario di BetVictor, dopo averlo acquistato da Victor Chandler (230 milioni).

Tra i nomi segnalati dal tabloid inglese anche l’altro co-fondatore di PartyGaming Vikrant Bhargava (colui che creò il software di PartyPoker) e i fondatori di Betfair, Ed Wray e Andrew Black, oltre al boss di Unibet, lo svedese Anders Ström che si gode nella sua residenza londinese un patrimonio personale di 128 milioni di sterline.

Iscriviti alla newsletter

Per ricevere tutte le novità (no spam) di assopoker direttamente nella tua casella di posta

Giornalista e consulente nel settore dei giochi da più di due decenni, dal 2010 lavora per Assopoker, la sua seconda famiglia. Ama il texas hold'em e il trading sportivo. Ha "sprecato" gli ultimi 20 anni della sua vita nello studio dei sistemi regolatori e fiscali delle scommesse e del gioco online/live in tutto il Mondo. Editor in Chief.