Vai al contenuto

Poker live: stangata pesante per circolo di Udine che rischia multa per €1 milione

Flash News – A Pradamano, in provincia di Udine, il circolo privato “Tredici Card Room” rischia una sanzione superiore al milione di euro, secondo quanto riporta il Messaggero Veneto che ha dato notizia del blitz condotto dai funzionari dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli e della Guardia di Finanza del comando provinciale di Udine.

poker live circolo

3 giocatori sorpresi senza Green Pass

Al momento dell’irruzione delle fiamme Gialle 29 players tavano giocando a texas hold’em, 3 dei quali sprovvisti di Green Pass (che rischano una sanzione salata).

Il motivo della contestazione di questa pesante multa è per una presunta doppia violazione proprio della normativa sul Green Pass e sul gioco online non autorizzato da ADM.

All’interno del club sono stati sequestrati 7 totem per l’online ed alcuni computer collegati – secondo le ricostruzioni della stampa locale – a siti dot com, non legali per le autorità italiane.

Il conto salato che rischia il gestore del Circolo

Per queste violazioni il gestore del circolo rischia di pagare fino a 460.000 euro per evasione fiscale (essendo il gioco non autorizzato), con un rischio anche di una denuncia penale (in Italia è punito promuovere il gioco sul .com).

Le sanzioni amministrative invece possono arrivare fino a 350.000 euro.

Per il Messaggero Veneto il conto finale con altre sanzioni ed interessi potrebbe superare il milione di euro, ma è un conteggio che prospetta l’ipotesi più negativa per il gestore. Sembra a dir poco una forzatura e sembra interessante poter seguire l’iter giudiziale.

Bonus poker online
Scopri tutti i bonus di benvenuto

Negli ultimi mesi, da quanto ci risulta, in tutta Italia sono stati controllati a tappeto centinaia punti di commercializzazione delle scommesse online, per l’applicazione della normativa anti-Covid19.

Il circolo avrà la possibilità di ricorrere al Tribunale amministrativo regionale per impugnare questa pesante sanzione.

Gli agenti della Guardia di Finanza erano coordinati dal colonnello Enrico Spanò.

Fonte: Il Messaggero Veneto

Giornalista e consulente nel settore dei giochi da più di due decenni, dal 2010 lavora per Assopoker, la sua seconda famiglia. Ama il texas hold'em e il trading sportivo. Ha "sprecato" gli ultimi 20 anni della sua vita nello studio dei sistemi regolatori e fiscali delle scommesse e del gioco online/live in tutto il Mondo. Editor in Chief.