Gioco legale e responsabile

Curiosità

Jared Tendler: “hanno problemi di mental game i poker players che investono troppo in Bitcoin senza conoscere il mercato”

Jared Tendler, il famoso mental coach, parla dell'approccio sbagliato di alcuni giocatori di poker che investono in mercati che non conoscono.

Scritto da
14/12/2017 14:03

3.681


Jared Tendler è uno dei mental coach più famosi del mondo del poker ed ha scritto per Assopoker diversi interessanti editoriali. E’ l’autore del libro “The Mental Game of Poker” (tradotto in italiano da Giada Fang e da Marcello Papa). Oggi si occupa di un tema molto caldo.  Come noto parecchi giocatori di poker hanno investito e stanno investendo in Bitcoin e nelle cryptovalute in generale. Tendler vede di buon occhio il mercato: “l’ascesa delle cryptocurrency è particolarmente interessante per me, perché la maggior parte dei miei clienti sono poker players o traders professionisti. Il mental game è simile sia per i poker pro che per i traders” ha scritto su PokerStrategy.

 

“Abilità sopravvalutate dei poker players come investitori”

“E’ chiaro che Bitcoin accrescerà la sua importanza nel poker e nel mondo in generale, io lo accetto persino come metodo di pagamento per i miei libri e per i servizi di coaching”.

Non vi sono quindi pregiudizi da parte del mental coach più famoso nel gaming che però è preoccupato per un aspetto: “dato che i giocatori di poker professionisti hanno delle skills importanti e sono bravi nel gestire le incertezze, temo che molti di loro stiano sopravvalutando le abilità che hanno come semplici investitori di Crypto.

Tendler continua nella sua analisi, a nostro avviso interessante, considerando che ogni giorno lo psicologo più famoso del mondo del poker è in contatto con decine di giocatori professionisti (conta più di 400 clienti tra i poker pro): “è facile presumere che ritengano che le loro abilità nel poker siano automaticamente utili anche in altre forme di “gioco d’azzardo”, come le scommesse sportive, i daily fantasy sports o il trading e gli investimenti”.

“La necessaria curva di apprendimento per diventare esperti del mercato”

Tendler va al punto di un aspetto mentale da non sottovalutare:è difficile per i players forti e vincenti ammettere un proprio leak in una materia che richiede lo stesso tipo di abilità pokeristiche, come può essere nelle scommesse sportive, nei DFS e nel trading. Le somiglianze tra queste aree rendono più probabile che un giocatore di poker abbia più successo rispetto alla media generale delle persone ma non bisogna sottovalutare una necessaria curva di apprendimento significativa per diventare realmente abili.

Il trader, il cash gamer ed il fish

Quello che dice Tendler è condivisibile da un certo punto di vista: “Cosa pensereste di un trader o di uno scommettitore che ritiene di poter fare soldi facili in una partita di cash game %$/10$? Penseresti solo ad un fish”.

“Quando si stratta di investire in cryptos, chiediti quanto ne capisci di questo settore in rapida crescita. E di trading?”.

Secondo Tendler alcuni poker players hanno un “pregiudizio cognitivo chiamato Dunning-Krueger Effect“.

In effetti, in questi mesi nei quali abbiamo assistito all’esplosione e al successo dei Bitcoin e di altre cryptomonete, abbiamo riscontrato l‘esperienza positiva di alcuni players  che già anni fa avevano studiato il fenomeno con particolare diligenza: alla fine hanno vinto questa “scommessa” ma solo dopo una fase di apprendimento molto lunga e seria.

20€ FREE CON DEPOSITO DI SOLI 5€ su NewGioco, per giocare a Poker, Scommesse o Casinò. Registrati ora da questo link!
È un’esclusiva Assopoker!

Altri invece hanno semplicemente gamblato e, in molti di questi casi, le cose sono andate per fortuna nel verso giusto, ma hanno dimostrato di non conoscere minimamente le dinamiche di un mercato molto particolare, ignorando concetti basilari come la blockchain e la tecnologia in generale del settore.

“Abbiamo imparato la lezione del Black Friday?”

Tendler quindi richiama il mondo del poker ad una maggiore responsabilità: la preoccupazione è che da alcuni giocatori siano stati compiuti degli investimenti sproporzionati nelle crypto rispetto alle proprie risorse disponibili che magari sono andate anche a condizionare il bankroll.

Abbiamo imparato la lezione del Black Friday nella gestione del bankroll? Non sono qui per parlare male dei Bitcoin, ne sono entusiasta. Ma vedo un sacco di giocatori che sembrano oramai troppo coinvolti nel mercato delle Cryptocurrencies e non sembrano essersi approcciati a questo nuovo mercato con la dovuta diligenza“.

“Ricordo quanto fosse stato devastante il Black Friday per la comunità del poker, in parte perché molti players hanno tenuto troppo denaro nei loro conti sulle poker rooms. Temo che se il Bitcoin si fosse schiantato, lo shock si sarebbe propagato nella poker community e causato tanto dolore”.

jared-tendler-1

“Poker payers: potenzialmente dei buoni investitori ma…”

“Molti giocatori di poker hanno il potenziale per essere dei buoni investitori o trader attivi, ma il trading è molto più complesso del poker”. Quindi dispensa consigli: “Non limitarti a sederti passivamente mentre ritieni di “stampare denaro”, continua ad ampliare la tua comprensione nei mercati, nel trading e nella tecnologia delle Crypto. Cerca di acquisire le abilità necessarie per essere effettivamente bravo, le tue skills pokeristiche non vengono trasferite in maniera automatica“.

 

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento