Gioco legale e responsabile

eSports

The International Dota 2, che risposta a Fortnite: è il torneo più ricco di sempre

La Fortnite World Cup aveva fatto segnare un nuovo record, ma il The International di Dota 2 lo ha già superato in termini di montepremi. Al momento, l’iconico torneo ha raggiunto un prizpeool di $30,8 milioni, che da qui al 25 agosto potrebbero aumentare fino a sfondare il muro dei 31.

Scritto da
28/07/2019 10:00

1.472


Sorpasso e controsorpasso. Come Gilles Villeneuve e René Arnoux nel Gran Premio di Francia 1979, il The International di Dota 2 e la World Cup di Fortnite hanno dato vita a un duello senza esclusione di colpi per prendersi un record prestigioso, quello di singolo torneo esport più ricco nella storia dei videogiochi competitivi.

I $30 milioni messi in palio dalla Fortnite World Cup sembravano aver assestato la mazzata decisiva, come una manovra in curva che sorprende l’avversario e lo lascia definitivamente a rincorrere. E invece il The International ha trovato il guizzo e a questo punto per il rivale non c’è più margine di manovra.

 

The International 2019 Dota 2

Il The International 9 si giocherà a Shanghai dal 20 al 25 agosto

 

The International 9: è record!

L’edizione 2018 del The International aveva messo in palio $25.532.177, aggiornando il record precedente di $24,7 milioni, fatto segnare l’anno precedente. Ma la prima edizione dei mondiali di Fortnite aveva sparigliato le carte, piazzando subito un prizepool di $30 milioni che sembrava inavvicinabile.

E invece, nel momento in cui vi scriviamo, il campionato mondiale di Dota 2 è arrivato ad un montepremi di $30.846.407, oltre 5 milioni in più rispetto al 2018. Un dato che da qui al 25 agosto, quando terminerà il crowdfunding, potrebbe aumentare ancora sensibilmente e chissà, arrivare a sfondare anche il muro dei $31 milioni.

Un’ipotesi tutt’altro che campata in aria.

Segui  tutte le notizie sul mondo del poker 24 ore su 24 sulla pagina Facebook AssoNews. Metti like alla nostra pagina!

Un primo premio degno del Main Event WSOP

Un exploit, quello del The International 2019, che in pochi tra gli addetti ai lavori si aspettavano. Anche perché dopo anni di incrementi sostanziosi, come detto l’anno scorso l’aumento fu di circa $800.000 rispetto all’edizione 2017.

In molti si aspettavano l’inizio di un trend differente, fatto di piccoli incrementi o addirittura di montepremi sensibilmente più bassi.  Un po’ come succede a tutti i nuovi settori dell’intrattenimento, quando raggiungono il punto più alto della parabola di espansione per poi cominciare la discesa e l’assestamento.

Negli ultimi tre anni, il team vincitore del The International si è portato a casa il 44% del montepremi totale, perciò facendo i calcoli sul prizpool attuale, i campioni del 2019 intascheranno oltre $13,5 milioni, più di quanto abbia fatto Hossein Ensan conquistando il WSOP 2019 Main Event.

Certo, da una parte parliamo di un torneo da 18 team composti da cinque giocatori ciascuno, mentre dall’altra abbiamo un evento da 8.569, ma è pur vero che il Main Event WSOP si disputa ormai da cinquant’anni, mentre il The International è soltanto alla sua 9° edizione.

Tu cosa ne pensi? Lascia il tuo commento