Vai al contenuto
foxen aj 3 left

Punti di vista mtt: A-J 3 left 12x su overpush del monstre-chipleader da bottone con big blind che gioca 9x.

Una situazione da grattacapo al 3 left del 25k Poker Masters giocato il mese scorso a Las Vegas. A sottolineare la delicatezza dello spot è stato Chance Kornuth su X.

Il chipleader ha un mostruoso stack di 130x mentre i due avversari, con 12x e 9x di stack, in pratica stanno giocando un satellite per accedere al testa a testa conclusivo.

Cosa fare con AJ da small blind sullo openshove del chipleader da bottone, visto l’avversario più short su big blind?

Da Luca Moschitta ad Andrea Crobu passando per Fabio Peluso e Fausto Tantillo, in basso trovate le risposte che ci hanno dato gli specialisti che abbiamo calato nei panni di hero in questo spot.

Ovviamente abbiamo presentato loro la mano fino alla action richiesta per evitare risposte result oriented.

Un 3 left sbilanciato

Come detto il 3 left è sbilanciatissimo. Questa la situazione degli stack dei tre giocatori in corsa per la vittoria:

GiocatoreChipsStack in BB
Stephen Chidwick6.445.000129
Alex Foxen605.00012
Sam Soverel450.0009

Questo invece è il payout per cui corrono:

Pos.Premio
1$400,000
2$262,500
3$175,000

Da bottone Stephen Chidwick rilancia un quantitativo di chips sufficiente a mettere all-in entrambi gli avversari, Alex Foxen spilla A J da small blind e deve decidere cosa fare: call o fold?

I punti di vista

Ecco le risposte che abbiamo ricevuto dagli specialisti che abbiamo interpellato:

Scopri tutti i bonus di benvenuto

Nonostante per ICM non sia il massimo, non credo si possa foldare AJ li. Secondo me non è nemmeno il bottom del range. Solo se big blind fosse molto più corto si aprirebbero altre dinamiche.

Luca Moschitta

Premettendo che 3 left non subiamo una grande pressione ICM, il chipleader sta open-shovando un’infinità di assi-x, quindi troppe volte ci ritroveremo al 70% in questa mano. E vincendo molto probabilmente ci ritroveremo in heads-up. Quindi io dico call senza dubbio.

Fabio Peluso

Credo che mi gioco i soldi anche perché non è detto che foldando prendiamo sempre lo scalino di premio visto che Soverel ha solo 3bb in meno di noi. Se non ci giochiamo i soldi con AJ in 3-handed in questa dinamica cosa ci siamo iscritti a fare? Potrei foldare solo se Soverel giocasse con 3/4bb, credo.

Andrea Crobu

Vedendo bene lo spot il payout non è così verticale visto che ci sono 3 buy-in e mezzo di differenza tra secondo e terzo. Anche se è una situazione dove soffriamo l’ICM e dobbiamo foldare tantissimo, penso che sia il momento di giocarci i soldi comunque perché non c’è tutta questa differenza di stack con l’ultimo in chips, noi abbiamo 12x, lui 9x. Foldando non è sicuro di andare a sciacallare una posizione quindi penso che siamo in una situazione quasi pari con l’altro short. Call.

Fausto Tantillo

Questa situazione è di fatto un satellite tra Foxen e Soverel per arrivare in heads-up contro Chidwick ma non mi sento di foldare questo spot anche perché rischieremmo di fare terzi anche foldando qui.

Alessandro Pichierri

Credo che teoricamente bottone debba shovare ‘atc’ o quasi (any two cards, il 100% delle volte, ndr), forse proprio atc e small blind quindi dovrebbe chiamare solo con coppie medio alte, tipo 88+ 99+, perché AK-AQ-AJ lavorano male per ICM contro un range ATC. Inoltre più big blind è short più il range va ristretto…
Nella situazione pratica però penso che bottone shovi un 70/75% del range e vada a rilanciare le monster e dei bluff in bilanciamento, ma comunque non cambia moltissimo.
In game però forse avrei chiamato perché essendo 12x vs 9x del bb in un torneo con bb ante sto comunque rischiando di fare terzo morendo di bui, o con la possibilità che big blind riesca a raddoppiare. Quindi nonostante per ICM sia un call negativo, preferisco prendermelo. Al contrario, se bb dovesse avere 3 o 4 bb, folderei anche mani come TT/JJ per chiamare solo QQ+.

Luigi ‘Il-Giuglia’ D’Alterio

Mentre lo stavo vedendo in diretta ho pensato che fosse un fold e che avrei chiamato 99+, ma aspetto di vedere cosa dicono le simulazioni.

Chance Kornuth

Cosa ha fatto hero

In game Alex Foxen ha foldato. Il suo percorso è però andato come alcuni degli specialisti interpellati hanno paventato, ossia è poi stato eliminato in terza posizione.

Nel testa a testa contro Soverel, il torneo è poi stato vinto “in ciabatte” da Stephen Chidwick.

Cosa dice la simulazione

Nelle risposte al post social di Chance Kornuth c’è chi ha dato in pasto lo spot a un solver. Secondo la GTO, dati stack e payout, questo è il range di Chidwick da bottone: con il colore viola sono riportati i rilanci che mettono all-in gli avversari mentre il colore rosso indica i mini-raise.

A fronte di questo range di push di Chidwick, il range di call di Foxen in equilibrio sarebbe questo:

Come evidenziato da alcuni degli specialisti interpellati, per la teoria del gioco ottimale è un fold. Ma come detto più volte, la teoria del gioco ottimale si basa su una realtà ‘astratta’, lontana da quella fisica fatta di pulsioni e considerazioni umane.

Dopo anni passati a scrivere di altro, in un periodo sabbatico mi sono appassionato al poker e dal 2012 è diventato il mio pane quotidiano. Intanto ho scritto un paio di libri che niente hanno a che vedere col nostro meraviglioso gioco.
MIGLIORA IL TUO POKER CON I NOSTRI CONSIGLI